Il Giardino dei Pini ci racconta il singolo “Take time for Yourself”

Il Giardino dei Pini nasce alla fine del 2022 dalla passione per la musica Soul/Funk e Black e dalla voglia di contribuire tramite concerti e registrazioni alla diffusione di questo genere musicale che manca nel panorama discografico italiano.

Fin da subito non mancano le occasioni per suonare e farsi conoscere; perciò, sull’onda dell’entusiasmo nasce il primo EP, “DreamTime Sessions”, contenente le cover degli artisti a cui il gruppo si ispira maggiormente (Stevie Wonder, Michael Jackson, Toto, Kool and the Gang).

Col passare del tempo nasce il desiderio di scrivere brani inediti e il primo di questi esce l’anno seguente: “UN SORRISO SULLA SABBIA”.

Anche durante la scrittura dei brani il gruppo continua a suonare e ciò permette ad ogni componente di crescere musicalmente e di arricchire il proprio bagaglio d’esperienza.

Il secondo singolo è “SE VORRAI”, uscito all’inizio di quest’anno. Il brano però è l’ultimo scritto dalla formazione originale, infatti a seguito dei troppi impegni o divergenze su alcuni temi, tre membri hanno lasciato il gruppo.

L’ultimo singolo del gruppo, “TAKE TIME FOR YOURSELF”, è quindi il risultato di idee avute dalla formazione originale, riprese e sviluppate da quella nuova; il brano è anche il primo singolo in lingua inglese.

Gli attuali componenti del gruppo sono: Riccardo Mazzi (voce), Davide Albarelli (tastiere), Simone Martinelli (chitarra), Riccardo Guazzetti (batteria), Alberto Fontanella (basso), Stefano Soliani (sassofono). 

Ciao a tutti e benvenuti! È un piacere avervi qui. Per iniziare, potreste presentarvi e dirci un po’ di più su come vi siete formati come band?

Ciao, noi siamo il “Il Giardino dei Pini”.

Il gruppo è nato alla fine del 2022 dalla passione per la musica Soul/Funk e Black e dalla voglia di contribuire tramite concerti e registrazioni alla diffusione di questo genere musicale che manca nel panorama discografico italiano.

Eravamo tutti allievi della stessa scuola di musica e ognuno suonava al saggio di fine anno il proprio strumento; è capitato più volte che suonassimo anche dei pezzi insieme e dato che venivano piuttosto bene abbiamo deciso di formare una band.

Gli attuali componenti del gruppo sono: Riccardo Mazzi (voce), Davide Albarelli (tastiere), Simone Martinelli (chitarra), Riccardo Guazzetti (batteria), Alberto Fontanella (basso), Stefano Soliani (sassofono). 

Da dove nasce il nome della vostra band? 

Il nome è nato in un modo bizzarro, ma allo stesso tempo semplice.

Ci trovavamo a casa di un amico insieme ad un insegnante della scuola di musica per suonare e passare del tempo insieme divertendoci.

A metà serata siamo usciti a prendere una boccata d’aria e abbiamo chiesto al maestro se aveva qualche idea per il nome del gruppo: siccome eravamo in un giardino con dei pini, ci ha proposto “Il Giardino dei Pini”.

Subito ci siamo messi a ridere, ma ripensandoci ci siamo resi conto che era un nome particolare, divertente e che ci piaceva, perciò abbiamo deciso di tenerlo.

Quali sono state le vostre principali influenze musicali? 

Gli artisti che hanno influenzato maggiormente il nostro stile sono Stevie Wonder, Kool and the Gang, Michael Jackson, Toto.

La loro musica ci piace moltissimo e abbiamo cercato di farla nostra per poter inserire nei nostri inediti qualcosa di quello che questi grandi artisti ci hanno trasmesso.

Come descrivereste il vostro stile musicale? 

Il nostro stile è un misto tra l’R&B, il Funk e il Pop.

Anche il Soul e la Black music emergono in qualche tratto dei nostri inediti.

Avete qualche rituale o routine particolare prima di salire sul palco? 

No di solito non facciamo nulla di particolare a parte motivarci e caricarci a vicenda.

Potete parlarci del vostro ultimo singolo “Take time for yourself”? Cosa vi ha ispirato nella sua creazione?

“Take time for yourself” tratta un argomento molto attuale: la frenesia della vita moderna.

Le ore dei nostri giorni sono scandite da innumerevoli impegni; è una continua corsa contro il tempo.

Ecco che il brano invita a prendersi del tempo per sé stessi e per stare con i propri amici, ribellandosi a questa vita frenetica.

La musica è caratterizzata dalla contrapposizione di un ritmo incalzante e funky nelle strofe con le sonorità più aperte e distese del bridge e del ritornello, rispettivamente immagine della velocità del nostro tempo e della voglia di rilassarsi e lasciare andare gli impegni e le preoccupazioni.

Come vedete il futuro della band? Avete progetti o sogni particolari? 

In questo momento stiamo lavorando a due nuovi inediti in italiano e abbiamo in programma l’uscita di un EP contenente gli inediti usciti fino ad ora più altri che non usciranno come singoli.

Un sogno sarebbe quello di calcare palcoscenici importanti e raggiungere più persone possibili con la nostra musica. 

Prima di concludere, c’è qualcosa che vorreste dire ai nostri lettori? 

Vi ringraziamo per aver letto questa intervista e speriamo che la nostra musica vi piaccia e possa tenervi compagnia durante le vostre giornate.

Se volete seguirci sui nostri profili Instagram, Facebook, YouTube, Spotify e qualsiasi piattaforma musicale vi basterà cercare Il Giardino dei Pini.

Un saluto e buon ascolto!🌲